In offerta!

Enzimi di emicellulasi xilanasi certificati Halal con attività da 10000U/g a 300000U/g CAS 9025-57-4

12,3958,46

Estratto dalla cultura di fermentazione profonda di Penicillium selezionato, seguito da microfiltrazione, ultrafiltrazione e tecnologia di liofilizzazione sotto vuotoCAS:9025-57-4Attività: 10.000U/g a 300.000 U/g

Nome del prodotto: Xilanasi Famiglia GH 5, 10, 11 Ingredienti principali: Xilanasi, glucosio (eccipienti) Specifiche del prodotto: 10.000-100.000 U/g (può essere formulato secondo i requisiti del cliente) Proprietà del prodotto: polvere giallo chiaro Shelf life: 12 mesi dopo l’apertura

Panoramica del prodotto:

Estratto dalla cultura di fermentazione profonda di Penicillium selezionato, seguita da microfiltrazione, ultrafiltrazione e tecnologia di liofilizzazione sotto vuoto. Un gruppo di enzimi. È usato principalmente per degradare lo xilano nelle pareti cellulari delle piante per produrre xilo-oligosaccaridi e glucosio, ed è usato nell’industria della birra e dei mangimi. È solubile in acqua e la soluzione acquosa è un liquido color riso.

Meccanismo d’azione:

Le xilanasi includono β-1,4-endo-xilanasi, β-xilosidasi, α-L-arabinosidasi, ecc. Può degradare una grande quantità di emicellulose simili a xilano presenti in natura. Idrolizza lo xilano in oligosaccaridi come piccoli oligosaccaridi e disaccaridi di xilano idrolizzando i legami β-1,4-glicosidici delle molecole di xilano. La β-xilosidasi catalizza il rilascio di residui di xilosio idrolizzando le estremità degli oligosaccaridi, che insieme all’azione sinergica di altri enzimi converte infine gli xilani in monosaccaridi. Applicazioni: Estrazione di piante: Lo xilano è un polisaccaride eterogeneo presente nelle pareti cellulari delle piante, che rappresenta circa il 15%-35% del peso secco delle cellule vegetali, ed è il componente principale dell’emicellulosa delle piante. La xilanasi può essere applicata all’estrazione e alla lavorazione delle piante decomponendo lo xilano e facendo fuoriuscire il materiale intracellulare. Rispetto ai metodi tradizionali, l’estrazione enzimatica ha i vantaggi di una bassa temperatura, alta efficienza e nessun inquinamento. Estrazione della medicina cinese: La composizione della medicina cinese è complessa e contiene una varietà di ingredienti attivi, così come ingredienti inefficaci e tossici. Si tratta di estrarre la quantità massima di principi attivi per migliorare il suo effetto terapeutico. La xilanasi può rompere delicatamente le pareti cellulari di molte piante e rilasciare sostanze intracellulari, facilitando così l’estrazione, la separazione e la purificazione dei principi attivi. Questo riduce il danno agli ingredienti attivi e accorcia il tempo di estrazione rispetto ai metodi tradizionali ad alta temperatura e ad alta pressione. Industria della panificazione: La xilanasi può idrolizzare il legame β-1,4-glicosidico nel legame polisaccaridico della farina. Usando la xilanasi per trattare la farina si può aumentare il contenuto di piccole molecole di zucchero nell’impasto, aumentare la produzione di gas di lievito, e quindi migliorare la nutrizione e la qualità del pane. Gli enzimi sono anche usati per risolvere i problemi di piccole dimensioni, colore chiaro e facile invecchiamento. Fortificazione dei nutrienti: La xilanasi può essere combinata con altri enzimi di degradazione della parete cellulare come la cellulasi per aiutare a rompere le pareti cellulari degli alimenti vegetali, rendendoli più digeribili e rilasciando le sostanze nutritive in modo più completo. Può essere aggiunta a una varietà di nutraceutici di origine vegetale per migliorarne l’efficacia e promuovere la digestione e l’assorbimento. Elaborazione di mangimi: I comuni mangimi per il bestiame come cereali, legumi, grano e sottoprodotti di lavorazione contengono grandi quantità di emicellulosa. La xilanasi può scomporre i polisaccaridi non amilacei (NSPS) del mangime in oligosaccaridi di minore polimerizzazione, migliorando così le prestazioni del mangime. L’aggiunta di xilanasi ai mangimi può efficacemente migliorare il valore nutrizionale dei mangimi e svolgere un ruolo nella promozione dell’aumento di peso nel bestiame e nel pollame. Condizioni per l’uso: Intervallo di temperatura effettiva: 20-60°C pH: 3.5-6.0 Intervallo di temperatura ottimale: 45-50°C pH: 4.0-5.5Altri fattori di influenza: inibizione da parte di ossidanti, attivazione da parte di sostanze riducenti. Quantità di aggiunta: quantità di aggiunta raccomandata 0,1-0,3%, a seconda del tipo di substrato, della concentrazione, delle condizioni di reazione, ecc. Standard del prodotto: Il prodotto è conforme al Food Chemical Compendium (FCC), Food Safety National Standard GB1866.174-2016, preparazione xilanasi QBT 4483-2013 Limiti di contaminanti e indicatori microbici

Articolo Index Metodo di prova
Piombo (Pb)/(mg/kg) 5.0 GB5009.75 o GB5009.12
Arsenico totale (come As)/(mg/kg) 3.0 GB5009.11
Numero totale di colonie/(CFU/g o CFU/mL) 50000 GB4789.2
Coliformi/(CFU/g o CFU/mL) 30 GB4789.3
Batteri Escherichia coli CFU/g o CFU/mL < 10   GB4789.38
MPN/g o MPN/mL 3.0
Salmonella (25g o 25mL) Non deve essere controllato GB4789.4

Vitality Definition: 1g enzima in polvere (o 1ml soluzione enzimatica) a 50°C, pH 4.8 condizioni, 1min idrolisi della soluzione di xilano all’1% per produrre 1μg xilosio è la quantità di unità di vitalità dell’enzima1 xilanasi. Conservazione: Sigillato, protetto dalla luce, conservato a bassa temperatura, temperatura di conservazione ottimale (2-8°C) Riferimento: 24 mesi a 4°C ermetico, 18 mesi a 15°C, 12 mesi a temperatura ambiente; La preparazione enzimatica è una sostanza biologicamente attiva, che è suscettibile agli effetti inibitori e distruttivi degli ioni di metalli pesanti (Fe3+, Cu2+, Hg+, Pb+, ecc.) e degli ossidanti, e dovrebbe essere evitata durante la conservazione o l’uso. La conservazione per troppo tempo o in condizioni di stoccaggio sfavorevoli ridurrà l’attività dell’enzima in misura variabile; se la temperatura e l’umidità sono troppo elevate, sarà necessario aumentare adeguatamente la quantità di utilizzo durante l’uso. Sicurezza: Gli enzimi sono proteine, e consumare cibi addizionati di enzimi è come mangiare cibi contenenti proteine, che generalmente fanno bene. Per alcune persone sensibili, l’ingestione diretta di polvere di enzima altamente concentrata o di gocce di nebbia può causare allergia e l’esposizione prolungata può irritare la pelle, gli occhi e i tessuti delle mucose. Si raccomanda di indossare indumenti protettivi come maschere e protezioni per gli occhi durante le operazioni. La polvere di enzima rimanente o versata dovrebbe essere smaltita in tempo, e una grande quantità di polvere di enzima versata dovrebbe essere spazzata delicatamente nel contenitore, mentre una piccola quantità dovrebbe essere aspirata via o pulita bagnando con acqua.

Peso N/A
Torna su