In offerta!

Prevenzione del Chill-haze nella produzione della birra – Enzima proteasi CAS 232-642-4

432,36

Abilità di fornitura: 100000 Ton/Tons al mese
Altri nomi: Prolina proteasi
Temperatura: 0℃-60℃, optimum20℃-45℃
FEMA No.: nullo
Attività: 25u/ml
Aspetto: liquido
No. CAS: 9040-76-0
Colore: Marrone chiaro
Tipo: Preparati enzimatici, agenti aromatizzanti
No. EINECS: 232-642-4
pH: 3.5~7.0, ottimale 4.5-6.0
Odore: Normale odore di fermentazione microbica
Dettaglio d’imballaggio: Specifica di imballaggio: 25L/drum; 1,125L/drum o come vostra richiesta

Disponibilità: 100 disponibili

DESCRIZIONE DEL PRODOTTO

Enzima proteasi liquido di grado alimentare per evitare la torbidità delle proteine a freddo

INTRODUZIONE

La proteasi (endoproteasi) è prodotta dalla fermentazione sommersa di Aspergillus niger seguita da purificazione e formulazione. È una proteasi altamente specifica che taglia solo il legame peptidico formato dalla prolina al C-terminale. La proprietà unica la rende molto utile nella produzione di birra e bevande per prevenire la foschia fredda e migliorare la stabilità non biologica.

MECCANISMO

La foschia fredda nella birra e nelle bevande si forma principalmente a causa delle interazioni tra le proteine sensibili alla foschia e i polifenoli, dove sono coinvolte le proline nei peptidi. La proteasi specifica della prolina può modificare la sensibilità attaccando i legami peptidici formati dagli aminoacidi in modo specifico, e prevenire la formazione di foschia. Grazie alla sua alta specificità, l’enzima non danneggia le altre parti della proteina, mantenendo tutte le altre funzionalità della proteina.

STANDARD DEL PRODOTTO

Il prodotto è conforme alla norma GB1886.174.

No. MENTI INDICE
1 Densità di massa/(g/ml) 1.05-1.20
2 pH/(25℃) 3.5-5.5
3 Piombo/(mg/kg) ≤5.0
4 Arsenico/(mg/kg) ≤3.0
5 Conteggio totale dei vitali/(CFU/mL) ≤50000
6 Batteri coliformi/(CFU/mL) ≤30
7 Escherichia coli (CFU/mL) <10
(MPN/mL) ≤3.0
8 Salmonella/(25mL) Non rilevato

APPLICAZIONE

Miglioramento della stabilità colloidale della birra L’enzima può essere usato per sostituire il PVPP nella prevenzione della foschia fredda nella birra senza danneggiare la proprietà schiumogena della birra e i problemi di salute.

Chiarificazione di succhi e bevande Allo stesso modo, l’enzima può anche essere applicato per risolvere il problema della foschia fredda ed estendere la stabilità della durata di conservazione dei succhi o dei prodotti delle bevande danneggiando la sensibilità alla foschia delle proteine contenenti prolina.

DOSAGGIO CONSIGLIATO

Il dosaggio raccomandato è 0,01-0,5kg/t DS. Il dosaggio deve essere ottimizzato in base a ciascuna applicazione, alle specifiche delle materie prime, alle aspettative del prodotto e ai parametri di lavorazione. È meglio iniziare il test con un volume conveniente.

AVVERTENZE

Tenere sigillato dopo l’uso ogni volta per evitare infezioni microbiche e l’inattivazione degli enzimi fino alla sua fine.

SICUREZZA

I preparati enzimatici sono proteine che possono indurre sensibilizzazione e causare sintomi di tipo allergico in individui suscettibili. Il contatto prolungato può causare irritazioni minori alla pelle, agli occhi o alle mucose nasali. Qualsiasi contatto diretto con il corpo umano dovrebbe essere evitato. Se si sviluppa un’irritazione o una risposta allergica per la pelle o gli occhi, si prega di consultare un medico.

PACKAGE DAN STORAGE

Confezione: 25kg/drum.

Conservazione: Tenere sigillato in un luogo asciutto e fresco ed evitare la luce diretta del sole.

Vita di conservazione: 12 mesi in un luogo asciutto e fresco.

Altri nomi

Prolina proteasi

Temperatura

0℃-60℃,Optimum20℃-45℃

Dettaglio d'imballaggio

Specificazione d'imballaggio: 25L/drum; 1,125L/drum o come vostra richiesta

Abilità del rifornimento

100000 tonnellata/tonnellate al mese

Aspetto

liquido

No.

9040-76-0

Colore

Marrone chiaro

Tipo

Preparati enzimatici, agenti aromatizzanti

EINECS No.

232-642-4

pH

3.5~7.0, ottimale 4.5-6.0

Odore

Normale odore di fermentazione microbica

Torna su